Cos’è l’autoesclusione?

admin giovedì Luglio 2, 2020

L’autoesclusione è un importante meccanismo di protezione che consente al giocatore di bloccare il proprio conto di gioco a tempo determinato o indeterminato. Questo dispositivo di protezione è trasversale, ovvero vale per tutti i concessionari di gioco ed è un requisito normativo per ottenere la certificazione della piattaforma di gioco da parte di ADM (AAMS). In altre parole significa che tutti i concessionari di gioco a distanza in possesso di licenza ADM hanno questa funzionalità attiva, come richiesta dalla legge sul gioco responsabile.

Grazie a questa previsione normativa, il giocatore può interrompere l’accesso al gioco non appena riscontra dei segnali di ludopatia.

Come funziona l’autoesclusione

Il funzionamento è simile a quello di un circuit breaker, ovvero il salvavita che tutti abbiamo nelle nostre case e che scollega un circuito elettrico non appena rileva un sovraccarico. In questo caso è il giocatore che interrompe l’accesso ai giochi a distanza non appena riconosce dei segnali di dipendenza dal gioco stesso oppure se percepisce che il gioco sta rappresentando un pericolo per sé o per i familiari. Uno dei vantaggi dei Casinò Legali in Italia è dato da questa tutela maggiore riguardo al gioco responsabile, lasciato totalmente al caso o volutamente ignorato dai casinò illegali e senza licenza.

Ci si può autoescludere in 2 modi:

  • Se si è in possesso di SPID, il sistema pubblico di identità digitale, dirittamente sul portale dell’Agenzia per l’Italia Digitale.
  • Sul portale del proprio concessionario di gioco, nella sezione tutela del giocatore. Richiedendo l’autoesclusione con i propri dati personali, automaticamente si viene esclusi da tutti i concessionari di gioco a distanza in Italia.

L’autoesclusione prevede 2 modalità temporali:

  1. Autoesclusione a tempo determinato – per 30, 60, 90 o 120 giorni
  2. Autoesclusione a tempo indeterminato – per un minimo di 180 giorni

Nel primo caso, il conto di gioco si riattiva automaticamente alla scadenza del periodo selezionato. Nel secondo caso invece, è il giocatore che dovrà richiedere l’attivazione, sebbene questa non potrà essere effettuata prima del periodo minimo di 180 giorni, ovvero 6 mesi.

Cosa dice la normativa sull’autoesclusione

Il concessionario, in seguito alla ricezione della richiesta di autoesclusione, deve immediatamente interrompere l’accesso ai giochi al soggetto richiedente. È accettabile il completamento di eventuali partite in corso al momento della richiesta, ma non deve essere possibile cominciare nuove partite o effettuare depositi in denaro sul conto di gioco.

Il concessionario deve comunicare immediatamente l’autoesclusione al Registro Unico degli Autoesclusi al Gioco a Distanza (RUA), così da rendere effettiva la restrizione anche su tutti gli altri concessionari di gioco. Infatti oltre al blocco su versamenti e nuove giocate, all’autoescluso deve essere anche impedita l’apertura di un nuovo conto di gioco su qualsiasi concessionario ADM.

Al giocatore deve essere permesso in qualsiasi momento il prelievo delle somme disponibili sul conto. In nessun caso queste somme possono essere trattenute dal concessionario, e l’unica eccezione ammessa è nel caso di pendenze amministrative con il concessionario stesso o eventuali decisioni dell’autorità giudiziaria

In nessun caso è permessa la riattivazione del conto di gioco prima del periodo di 6 mesi al giocatore che si è autoescluso a tempo indeterminato. Qualsiasi violazione di questa previsione legale è grave, può comportare una multa per il concessionario oggetto della violazione e comporta anche una richiesta di risarcimento danni da parte del giocatore.

11 Consigli per giocare in sicurezza con soldi veri

  1. Il gioco d’azzardo può essere un piacevole passatempo, quando rimane un gioco. Accertati che rimanga tale.
  2. Prima di iniziare a giocare, imposta un tuo limite su quanto vuoi giocare. Puoi utilizzare la funzione di autolimitazione per non farti prendere dall’impeto e sforare il budget stabilito.
  3. Prima di iniziare una sessione di gioco, datti un tempo massimo. Allo scoccare del tempo limite, metti l’emozione da parte e smetti di giocare.
  4. Devi solamente puntare somme che puoi permetterti di perdere, quelle che non incidono su spese importanti e prioritarie per la tua famiglia.
  5. Il gioco d’azzardo può essere divertente, ma non può essere l’unico passatempo. Ricordati di coltivare i tuoi interessi e il tuo stato di salute fisica e mentale.
  6. Tieni sempre d’occhio gli importi effettivamente spesi nella sezione specifica del tuo conto di gioco. Il giocatore tende a ricordarsi solo le vincite e a perdere il controllo di quanto abbia speso realmente.
  7. Non iniziare a giocare sotto l’effetto di alcol o altre sostanze, esattamente come non ti metteresti alla guida della tua auto. La tua capacità di giudizio può essere alterata.
  8. Il gioco è solo una forma di divertimento e non un mezzo di guadagno. Non basare mai il destino delle tue finanze su una vincita al gioco.
  9. È fondamentale capire bene le regole dei giochi. Prima di cominciare, esercitati sul nostro sito senza spendere un centesimo e punta soldi veri solo dopo aver familiarizzato col gioco sul quale vorrai puntare.
  10. Ogni tanto fai una pausa. Giocare per molto tempo ininterrottamente può fare più male che bene.
  11. Non cercare mai di rifarti di una perdita aumentando le tue puntate. Se sei in giornata no, stacca e ricomincia a mente fresca in un altro momento.

 

Aggiungi una recensione

Recensioni